martedì 26 agosto 2014

Recensione crema solare: Sun di "Bioearth"

Oggetto: crema solare “Sun SPF 30” – Bioearth

Caratteristiche:  
                            - contenitore a tubetto  
                            - quantità 150 ml circa
                            - validità 12 mesi dall’apertura
                           
INCI [Preso da Internet perché il prodotto mi è stato venduto senza scatola]: Aqua, Isoamyl Cocoate, Diethylamino Hydroxybenzoyl Hexyl Benzoate, Ethylhexyl Triazone, Glycerin, Titanium Dioxide, Ethylhexyl Stearate, Sodium Cetearyl Sulfate, Cetearyl Alcohol, Cetyl Alcohol, Potassium Sorbate, Benzyl Alcohol, Caprylic/Capric Triglyceride, Glucose, Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil*, Sorbitol, Retinyl Palmitate, Cannabis Sativa Seed Oil, Aloe Barbadensis Leaf*, Tocopheryl Acetate, Sodium Glutamate, Helichrysum Angustifolium Flower Extract*, Urea, Panthenol, Camellia Sinensis Leaf Extract, Hudrolyzed Weat Protein (*ingredienti provenienti da agricoltura biologica)

Protezione alta dai raggi UVB e dagli UVA, senza profumo. Nickel Tested

Prezzo: 18,50 €



La mia esperienza: 
Piccola premessa
  •    la crema che sto per recensirvi è stata acquistata l’anno scorso (il 2013) e mi è stata venduta senza scatola ( quindi senza INCI);
  •     navigando sul web ho scoperto che, circa ogni anno, la Bioearth cambia il packaging e la formulazione della crema solare (non so se la formulazione di quest’anno è simile o diversa, ho solo potuto notare che il fattore di protezione solare è evidenziato in blu anziché in arancione).


Questa è il primo ed unico solare, formulato con ingredienti naturali, che io abbia provato finora. Sinceramente l’anno scorso non ero a conoscenza della differenza tra filtri chimici e filtri fisici, mi sono limitata ad acquistare la prima crema solare che ho trovato in bioprofumeria.
Dal 2013 (se non erro), in conformità con le direttive europee, la Bioearth ha aggiunto ai filtri fisici i filtri chimici fotostabili
Non credo questo sia il caso della mia crema perché sul tubetto è riportato “formulata con ingredienti naturali” e non vi è alcun riferimento a filtri solari fotostabili

La prima cosa che ho notato è stata la consistenza, simile a quella del dentifricio: fluida ma corposa. La stesura, di conseguenza, è un po’ impegnativa: se la si spalma approssimativamente o si preleva troppo prodotto, ci si può ritrovare pieni di striature bianche.
Io l’ho utilizzata anche sul viso, nonostante sia classificata come crema solare corpo (perché dopo aver speso 18€ non mi andava di spenderne altrettanti per un'altra protezione).

Sia sul viso che sul corpo la crema risulta un po’ pesante; dopo circa un’ora, la pelle appare lucida e quindi risulta necessaria un'altra applicazione. Tuttavia, ha svolto efficacemente il suo dovere: zero scottature sulla mia candida pelle.

In conclusione non penso di riacquistarla in futuro sia per il formato, scomodo per il viaggio in aereo, sia per il prezzo, non conveniente per me che prendo pochissime volte il sole nell’arco di un anno.
Se, a differenza mia, passate gran parte delle vostre vacanze sotto il sole e cercate una crema solare che sia poco inquinante e, allo stesso tempo, sicura per la vostra pelle questa crema solare fa per voi! J
  
Voto: 7/10 


Nessun commento:

Posta un commento